Il settore TRASPORTO, MERCI E LOGISTICA della FILT-CGIL disciplina il rapporto di lavoro del personale dipendente dalle imprese di spedizione, esercenti l'autotrasporto di merci su strada per conto terzi, di servizi logistici e ausiliari del trasporto, di trasporto combinato, svolgenti l'attività di commercio elettronico, dalle agenzie aeree e pubblici mediatori marittimi che esercitano tale attività promiscuamente a quella di spedizione, dalle aziende di magazzini generali, dai terminal, dai depositi, dai centri di distribuzione e centri intermodali per conto terzi, dalle aziende produttrici di energia refrigerante, di servizi logistici anche integrati con attività di supporto alla produzione, operanti singolarmente oppure all'interno di infrastrutture interportuali, autoportuali, portuali ed aereoportuali, con la sola esclusione delle imprese destinatarie del CCNL dei lavoratori dei porti.

Il settore AEROPORTI disciplina il rapporto di lavoro dipendente del settore aeroportuale.

Il settore ANAS disciplina il rapporto di lavoro del personale dipendente dall'ANAS e si occupa di tutelare i lavoratori operanti nel settore della viabilità.

Diritto di sciopero: Colla (CGIL) e Rocchi (FILT) chiedono a Commissione Garanzia valutazione su Ryanair

“La condotta della compagnia aerea Ryanair è palesemente antisindacale”. Lo affermano in una nota congiunta il segretario confederale Cgil, Vincenzo Colla, ed il segretario generale della Filt-Cgil, Alessandro Rocchi che informano di aver presentato oggi “una precisa istanza alla Commissione di garanzia per il diritto di sciopero con la richiesta di avvio della procedura di valutazione della compagnia aerea”.
Colla e Rocchi fanno rilevare che “la legge che disciplina l’esercizio del diritto di sciopero – la 146 del 90 – contiene degli obblighi che le imprese devono rispettare: obblighi che – ricordano i sindacalisti – prevedono di concordare, mediante contratti collettivi le prestazioni indispensabili, gli obblighi di informazione all’utenza, l’obbligo delle procedure di raffreddamento”.
Da ciò la richiesta alla Commissione di avviare “apposito procedimento di valutazione per irrogazioni della sanzioni previste dalla legge 146/90 nei confronti di Ryanair, e di produrre conseguente delibera che indichi alla compagnia a desistere dal comportamento non conforme alle leggi italiane”.
La Cgil e la Filt chiedono inoltre alla stessa Commissione di essere convocati in audizione.

Roma, 14 dicembre 2017


Via Marconi, 67/2
40122 - Bologna
Tel. 051 - 6087520
>> Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mailing List