Amianto: Ancora un lutto per i lavoratori delle Officine Grandi Riparazioni di Bologna. Ci Lascia Giovanni Malagoli - 25/01/19

Dopo la scomparsa il 7 gennaio 2019 di Mario Perin, 69 anni ex lavoratore delle Officine Grandi Riparazioni di Bologna, ci ha lasciati ieri 24 gennaio 2019 Giovanni Malagoli di 76 anni anche lui operaio negli anni '70-'80 nelle Officine Grandi Riparazioni delle FF.SS. di Bologna.

Anche nel suo caso la causa è stata il mesotelioma contratto a causa dell'esposizione ad amianto subita nel corso della sua attività lavorativa nelle Officine. Giovanni aveva lavorato in Officina dal 1970 come saldatore-tagliatore fino al 1978. Dal 1979 al 1981 ha svolto la mansione di aggiustatore meccanico, mansione svolta anche dall' 1982 al 1984.

Sconcerto, dolore, preoccupazione e rabbia sono i sentimenti che attraversano una comunità ferita. Le loro non sono morti accidentali, grava una pesante responsabilità sugli amministratori ed i responsabili delle Officine e delle Ferrovie dello stato, che in quegli anni pur conoscendo la pericolosità dell'amianto, non avevano adottato le necessarie misure di protezione della salute dei lavoratori.

Fu solo alla fine degli anni '70 e grazie alla mobilitazione dei lavoratori e del sindacato che vennero progressivamente adottate misure di sicurezza, l'inerzia dell'amministrazione delle Officine prolungò per anni il percorso per la totale messa in sicurezza degli impianti. Negli anni scorsi la AUSL di Bologna con la sua ricerca ha dimostrato e certificato la dimensione di un dramma che non accenna a finire.

E', questo, il momento del raccoglimento e del lutto, ma assieme all'emozione vogliamo continuare a lottare perché l'amministrazione pubblica incentivi la ricerca scientifica che porti a cure più efficaci, perché il malato sia al centro di una presa in carico da parte del sistema sanitario, per una efficace prevenzione che impedisca nuove esposizioni all'amianto, ma anche a tutti i cancerogeni. Che tutti, nelle loro responsabilità, in nome di Giovanni, Mario e tutti gli altri che ci hanno lasciato, operino con urgenza, dedizione e spirito di servizio pubblico per cambiare lo stato di cose presenti. Glielo dobbiamo!

AFeVA ER, insieme alla FILT-CGIL e alla CGIL ER si stringono ai suoi familiari, amici e ai suoi compagni di lavoro. Ciao Giovanni.

Bologna, 25 gennaio 2019

L'Associazione Familiari e Vittime Amianto Emilia Romagna.

CGIL Emilia Romagna

FILT-CGIL