Sei qui: Home Angolo di Preci Caro Calzolari ti scrivo - Il mio pensiero sul Facchinaggio

Caro Calzolari ti scrivo - Il mio pensiero sul Facchinaggio

La Repubblica del 17/12/2013 riporta un intervento del Presidente della Lega Cooperative, Gian Piero Calzolari, sul problema della Logistica e Facchinaggio, che, finalmente, pare si sia accorto che nel settore Logistica e Trasporto Merci ci sono infiltrazioni mafiose.

Questa scoperta, tardiva di anni, io credo porti con se la responsabilità da parte delle 3 centrali cooperative che non hanno saputo negli ultimi 10 anni attrezzarsi per fare della Logistica in un settore importante, aggregando tutte le cooperative sane rendendole in grado di essere competitive in un mercato sempre più in espansione.

Dov'era Calzolari quando in questi anni vedeva sorgere Cooperative, spurie, come funghi, che ancora oggi operano fuori dal mercato e dalle regole, trattando i soci al di fuori del Codice Civile e da tutte le leggi che regolamentano le Cooperative.

I salari dei soci sono decurtati della quota sociale che nella gran parte dei casi non viene più restituita, perché i bilanci di quelle cooperative vengono chiusi in passivo; oppure la Cooperativa chiude con un fallimento, ma cambiando solamente il nome , tutto sparisce, anche i soldi dei lavoratori e le tasse non pagate.

Il corteo del 29 novembre, che ha cercato di attaccare la Camera del Lavoro di Bologna, era “pilotato” dal sindacato SI COBAS e da alcuni Centri Sociali, che in questi ultimi tempi si sono infiltrati nel settore della Logistica, in accordo o quantomeno utilizzando metodi simili a quelli di quel potere mafioso che cerca di colpire tutte le regole del mercato.

La FILT CGIL da anni denuncia questa situazione e più volte ha chiesto alla Lega delle Cooperative di fare fronte unico con Sindacato, Centrali Coop, Enti di Controllo, Istituzioni e le altre associazioni datoriali, per ristabilire la legalità, per combattere questo fenomeno che rischia di far morire definitivamente le Cooperative sane che applicano regolarmente il contratto di lavoro.

Vedi Calzolari, la FILT, le vertenze sui diritti e sui contratti, le fa da sempre nei confronti di tutte quelle aziende che le regole le violano. I COBAS, alcuni centri sociali fanno “casino” solo per avere visibilità ma vertenze non ne fanno! Come mai?

Solo insieme riusciremo a sconfiggere furbi e le mafie che girano in BMV, Jaguar e Porche, a spese di migliaia di lavoratori che rischiano se non tutelati da tutti di diventare i nuovi schiavi.

In Amicizia

Luigi Preci (Delegato Filt CGIL)


Via Marconi, 67/2
40122 - Bologna
Tel. 051 - 6087520
>> Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mailing List